L’UNI è un punto di incontro fra i diversi attori del sistema socioeconomico (imprese artigiane, piccole, medie e grandi, professionisti, università, Pubblica Amministrazione, consumatori, organizzazioni associative, ecc…) dove si consolidano interrelazioni e si acquisiscono valori culturali ed informativi.

Fare parte di questo processo permette un importante vantaggio competitivo: partecipare attivamente al processo democratico di definizione dei contenuti delle norme, con la possibilità di contribuire in prima persona alla loro creazione.

Essere Socio UNI dà la possibilità di definire le regole del proprio settore anziché di subire le scelte degli altri!

Lo stralcio della descrizione redatta da UNI sul proprio sito, è utile per approfondire il vantaggio derivante dall’essere Socio UNI, vantaggio non ancora recepito dai professionisti non organizzati in ordini o collegi (Legge n.4/2013): la possibilità cioè di definire le regole del proprio settore anziché subire le scelte altrui!

E’ quanto realizzato a favore dei Comunicatori Professionali e dei Professionisti della Comunicazione, attraverso l’entrata in vigore della Norma Tecnica UNI 11483/2013.

DOVE è il vantaggio dell’avere a disposizione la norma UNI 11483?
Presentare alla Committenza credenziali giuridicamente riconosciute, rendendo finalmente vita più dura agli “improvvisatori”, a coloro cioè che si inventano “comunicatori” dall’oggi al domani e che molto spesso trovano un mercato “favorevolmente” impreparato sull’argomento e lusingato da offerte economiche allettanti a scapito della professionalità vera e dei risultati, scarsi se non addirittura inutili o dannosi all’immagine del Committente.

Committente che si sente a ragione beffato e diventa diffidente anche nei confronti di coloro che svolgono con capacità e correttezza la professione di Comunicatore, non sapendo di avere a disposizione strumenti utili alla consultazione ed alla scelta del Comunicatore idoneo alle sue reali esigenze.

Sono ragioni raccontate dalla quasi totalità degli imprenditori e dei Comunicatori impegnati seriamente ogni giorno sul mercato e confermate dai contatti raccolti attraverso centro.studi@retecomunicatori.it

COME può diventare “credenziale per la Committenza” l’esistenza della norma UNI 11483?

Attraverso la libera adesione dei Comunicatori e Professionisti della comunicazione:

agli standard qualitativo-professionali descritti dalla norma UNI 11483;
all’Associazione “Rete dei Comunicatori Professionali – ReCoPro” che ne rappresenta le necessità quale membro del Gruppo di Lavoro UNI-GL6, proponendo integrazioni e modifiche al testo in vigore per dare risposta ad esigenze emergenti ed opportunità professionali e di mercato, inerenti il settore della comunicazione e quindi la figura del Comunicatore e Professionista della Comunicazione;
alla certificazione di conformità alla norma tecnica UNI 11483, che convalida giuridicamente il possesso delle conoscenze, competenze ed abilità professionali standard, riconosciute a livello nazionale ed europeo, grazie alle disposizioni in materia di professioni e della loro libera circolazione in ambito UE.

Luciana Righetti – Presidente ReCoPro – Componente UNI-GL6

CC BY-NC-ND 4.0
Tutti i testi di Rete dei Comunicatori Professionali pubblicati sul sito sono protetti dalle leggi sul diritto d'autore e non possono essere utilizzati senza autorizzazione.
Rete dei Comunicatori Professionali, laddove non esplicitamente indicato, è distribuito sotto una Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.